That's Swing

LINDY HOP: The swingin’ Harlem

Il Lindy Hop è un ballo Swing nato a Harlem (New York), tra gli anni ‘20 e ‘30 del secolo scorso. Veniva ballato in locali leggendari come il Savoy Ballroom e il Cotton Club. È un ballo di coppia agitato e adrenalinico che trae origine dai primordiali e istintivi balli afroamericani, dal charleston e dal vintage jazz. Si balla in coppia sui ritmi sincopati della musica Swing: in pista ballerini e ballerine si invitano a vicenda per interpretare e improvvisare queste sfrenate melodie.

Origine

Quando nel 1927 al ballerino “Shorty” George Snowden venne chiesto cosa stava ballando lui rispose “Lindy Hop”, in onore della prima trasvolata oceanica fatta da Charles Lindbergh con The Spirit Of Saint Louis. Quella danza sfrenata, che fino ad allora non aveva avuto un nome preciso, venne battezzata Lindy Hop. Il locale storico è il Savoy Ballroom di Harlem, dove hanno suonato giganti dello Swing come Chick Webb e Count Basie. Era anche la sala da ballo dei Whitey’s Lindy Hoppers, il gruppo di ballerini che più ha contribuito al successo di questo ballo. Uno di loro, Frankie Manning, nel 1935 inserì nelle sue coreografie i primi aerials. Il Lindy Hop venne ballato diffusamente dalla fine degli anni ’20 fino a metà degli anni ’40, quando le sonorità Swing cedettero il passo al Be Bop, un’interpretazione della musica che favoriva l’espressione libera dei musicisti e non più dei ballerini. I nuovi stili di ballo che arrivarono ebbero una forte influenza dal Lindy Hop, come nel caso del Boogie, del R’n’R e del West Coast Swing.

Oggi

Dopo la Seconda Guerra Mondiale il Lindy Hop lasciò posto a nuovi balli, come il Boogie o il Rock’n’Roll. Negli anni ‘80 alcuni ballerini americani e svedesi partirono alla ricerca delle origini e incontrando così Norma Miller e Frankie Manning (the Ambassador of Lindy Hop), due ballerini autentici degli anni dorati, membri dei Whitey’s Lindy Hoppers. Grazie a loro e al lavoro degli appassionati il Lindy Hop è diventato un fenomeno mondiale con scuole, festival e camp in tutto il globo. Da qualche anno è sbarcato anche a Torino, la cui scena sta crescendo a vista d’occhio. Da tre anni c’è il Torino Swing Festival, organizzato da Turin Cats, un grande successo già dalla prima edizione.

BALBOA: The West Coast goes faster!

Il Balboa è una fusione di balli Swing che ha avuto origine nella California del sud agli inizi del secolo scorso. È considerato il ballo più elegante della famiglia swing. Si balla in posizione chiusa, le figure si susseguono attraverso che rendono il balboa una “danza per ballerini” e non per spettatori, non avendo ha la spettacolarità del Lindy Hop o del Boogie. Il passo base occupa uno spazio molto limitato e rende possibile la danza su vari ritmi, anche molto veloci.

Origine

Il termine Balboa proviene dall’omonima penisola di Newport Beach, California. Nasce negli anni ’20 e aumenta la sua popolarità fino alla Seconda Guerra Mondiale. Dopodiché, a parte una piccola comunità in California, il Balboa viene dimenticato. Una citazione di un ballerino di Balboa delle origini: “Non appena attiri l’attenzione su di te, non stai più ballando Balboa”.

Oggi

Jonathan Bixby e Sylvia Sykes, una coppia di ballerini californiani, hanno riportato al successo il Balboa. Insieme ad altri balli Swing, negli ultimi anni il Balboa sta vivendo una seconda giovinezza. È sempre più apprezzato per le sue caratteristiche: pur rimanendo un ballo scatenato occupa molto poco spazio, permettendo di muoversi anche nelle sale da ballo più affollate. Inoltre è molto adatto per ballare su ritmi molto veloci.

SOLO CHARLESTON

Il solo jazz, chiamato anche “vernacular jazz” o “authentic jazz”, nasce in America negli anni ’20-’30; è il jazz tradizionale che si balla da soli ed una base fondamentale per il lindy hop. Alcuni dei ballerini originali più famosi sono Al Minns, Leon James, Pepsi Bethel, Frankie Manning, coreografi delle più conosciute jazz routine come lo Shim Sham, il Trankie Doo e la Big Apple.

BLUES

Si tratta di una forma di danza di improvvisazione soprattutto ballato con un partner, ma anche da solo o in gruppo. Blues dance trova le sue radici nelle danze africane ed Europee sviluppatosi alla fine del 1800 e meta 1900 sebbene si sia sviluppato significativamente negli ultimi 15 anni dopo il revival del Lindy Hop.